Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Il trasporto delle merci, da Charlie Firpo a Next Trucking

Nell’immagine: l’attore italiano Bud Spencer (nome d’arte di Carlo Pedersoli, 1929 – 2016) in una scena del film Pari e Dispari (regia di Sergio Corbucci, 1978).

Pari e Dispari è un film comico italiano con due protagonisti: Terence Hill (nome d’arte di Mario Girotti) e Bud Spencer. Il film fu ambientato negli Stati Uniti, soprattutto a Miami. In quegli anni, Terence Hill e Bud Spencer furono protagonisti di molti film comici, spesso girati negli USA.

In Pari e Dispari, Terence Hill interpretava un guardiamarina (di nome Johnny Firpo) incaricato di sgominare una banda di allibratori clandestini, guidati da un giocatore d’azzardo (detto il Greco). L’ammiraglio O’Connor stabilisce che Johnny debba farsi aiutare da un ex giocatore d’azzardo che si è pentito della sua vita precedente e ora lavora come camionista in Florida. Il camionista, interpretato da Bud Spencer, si chiamava Charlie Firpo. E Johnny riesce a convincere Charlie che loro due sono fratellastri, e Johnny può rimettere in contatto Charlie con il loro padre. Varie scene del film sono ambientate nel camion guidato da Charlie, che per lui è una vera e propria casa.

Nel 1978, non esisteva l’e-commerce che c’è oggi. Ma anche 40 anni dopo, nel commercio bisogna risolvere il problema operativo della logistica: come trasportare le merci che sono state acquistate in Rete, come smistarle e farle arrivare a chi le ha acquistate.

La crescita dell’e-commerce è un trend di lungo periodo, ed è sempre più interessante il discorso di come innovare la logistica. Così come è possibile innovare anche il sistema di lavoro dei camionisti.

In tal senso, c’è una startup statunitense, basata a Lynwood (Los Angeles), che mira a migliorare le modalità di lavoro dei camionisti.

Si tratta di Next Trucking, fondata da Lidia Yan e Elton Chung nel 2016.

Attraverso una app e una piattaforma di dati, Next Trucking viene incontro alle esigenze dei camionisti, permettendo di cercare i percorsi di viaggio più adatti alle proprie preferenze ed incrementando l’efficienza del proprio lavoro.

Secondo la American Trucking Associations, alla fine del 2017 mancavano almeno 50 mila camionisti negli Stati Uniti.

Negli USA, il mercato del trucking è ampio ma frammentato. Rispetto a grandi operatori del settore come JB Hunt, Next Trucking è ancora una azienda di piccole dimensioni. Ma sta crescendo velocemente: recentemente Sequoia Capital (una delle maggiori società americane di venture capital) ha finanziato Next Trucking con 21 milioni di dollari.

Attualmente, sono più di 10 mila i camionisti che hanno aderito al network di Next Trucking, e ognuno di loro può generare dai 10 mila ai 25 mila dollari al mese per Next Trucking.

In un Paese come gli Stati Uniti, dove ci sono quattro fusi orari, distanze di migliaia di chilometri da un capo all’altro del Paese, forte propensione ai consumi, il trasporto delle merci è un business da monitorare.

Chissà cosa ne pensa Charlie Firpo (smile).