Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Corpi

Love

In questi anni, il tema del corpo vive un triplo movimento: la prima movenza è estremamente pratica e carnale (con l'aggiunta, in Italia, di vicende che hanno coinvolto personalità pubbliche di primo piano). Il secondo gesto richiama, invece, le relazioni interpersonali e sentimentali mediate dalle tecnologie. La terza area riguarda il rapporto più o meno sereno con il proprio corpo. E non mancano ricerche e prodotti culturali che intersecano questi tre aspetti.

Come, ad esempio, la rivista bimestrale Touch, pubblicata dalla casa editrice Coniglio (Roma). Storicamente dedicata all'esplorazione dei temi dell'erotismo e della sessualità, la rivista ha vissuto un recente restyling, mantenendo l'attenzione al corpo e alle sue trasformazioni.

Inoltre, questo mese è stato pubblicato sulla rivista Biology Letters della Royal Society (Londra) uno studio – condotto da un team di psicologi coordinati dal Dr. Nick Neave della Northumbria University's School of Life Sciences – che rivela quali dovrebbero essere i movimenti che un uomo dovrebbe fare, mentre balla, per attrarre una donna. Durante la ricerca, sono state utilizzate tecnologie avanzate 3D e tecniche matematiche, ed ovviamente hanno partecipato uomini e donne. Sono stati realizzati due video, che mostrano i movimenti del "good dancer" e del "bad dancer". La spiegazione della ricerca e i video sono qui.

In Italia, sono stati pubblicati, tra gli altri, due libri che indagano le relazioni amorose contemporanee: L'amore ai tempi del globale di Tiziana Nenezic (Cooper Editore, Roma, 2009): testo che indaga, con intelligente ironia, le relazioni sentimentali alle prese con la globalizzazione e il web 2.0, e Facciamo l'amore di Lorena Berdun (Cooper Editore, Roma, 2010): libro scritto dalla sessuologa spagnola conosciuta dal pubblico televisivo italiano per la sua partecipazione ad alcuni programmi di Maurizio Crozza su La7.

Sul versante più strettamente web, va segnalata la recentissima ricerca diffusa da Yahoo! Italia sul rapporto tra donne e web. In occasione del lancio del canale "Yahoo! LifeStyle" in Europa, Yahoo! ha realizzato, con l'Istituto di ricerca Skopos, l'indagine "WWW – What Women Want", condotta attraverso 4.000 interviste ad utenti internet italiane. I risultati emersi indicano Internet come un aiuto pratico per risolvere gli impegni quotidiani e per risparmiare tempo e denaro negli acquisti. Secondo la fonte Audiweb (giugno – luglio 2010), in Italia il 50% dell'utenza Internet è donna, con un 47% che si collega ogni giorno, navigando mediamente 38 ore al mese. Comunicato stampa via Andrea Genovese.

(Infine, uno degli ultimi ritrovati del "marketing della felicità": le Happy Pills. Arrivano dalla Spagna e dovrebbero rendere la vita più dolce…)