Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Altre news per gli Italo Globali di Londra

Proseguiamo con altre news per la variegata ed estesa (circa mezzo milione di persone) comunità italiana a Londra, dopo gli ottimi riscontri registrati dai post Giovani italiani che stanno lavorando bene nel Regno Unito e Consigli per aspiranti italo londinesi delle ultime settimane su questo NòvaBlog.

Lavoro, eventi e vita sentimentale sono tre argomenti che attirano l’attenzione degli expats italiani, non soltanto nella capitale britannica.

Sul tema di come trovare lavoro nel Regno Unito, è in preparazione il primo e-book di Cv&Coffee, l’agenzia di recruiting diretta a Londra da Teresa Pastena, specializzata nella selezione di profili juniors, mid-career e seniors per le aziende inglesi. L’e-book è realizzato in collaborazione con il team di Italian Kingdom e verrà rilasciato in esclusiva sul sito di Italian Kingdom al prezzo di 20 sterline; sarà però gratuito per chi acquisterà almeno una copia del libro in preparazione Italian Kingdom – Volume Uno, donando almeno 12 sterline per il crowdfunding di questo libro di Italian Kingdom.

Considerate le grandi dimensioni del flusso di italiani in UK durante questi anni, il Consolato Italiano a Londra ha avviato, da qualche tempo, il ciclo di incontri Primo Approdo – soprattutto per giovani italiani arrivati da poco tempo in Gran Bretagna – per spiegare come cercare lavoro in maniera efficace e secondo gli standard inglesi. Il prossimo incontro al Consolato Italiano si svolgerà giovedì 3 dicembre 2015 alle ore 6 pm (83-86 Farringdon Street EC4A 4BL, zona 1): informazioni e prenotazioni qui.

Inoltre, nella sede del Consolato d’Italia a Londra, dal 10 novembre 2015 al 27 gennaio 2016 è visitabile la mostra fotografica Link to Life dei due giovani fotografi italiani Renato Pinna e Pasquale Ferraro. Naturalmente, tutti i cittadini italiani possono visitare la mostra. Per informazioni dettagliate sulle modalità di ingresso e per gli orari di visita della mostra: Carola Syz Projects (art@carolasyz.com).

In tema di talenti italiani emergenti nel mondo del business britannico, nei giorni scorsi Paola Marinone, co-fondatrice e Ceo della startup BuzzMyVideos (con sede a Londra), ha vinto uno dei premi della categoria “Media e Comunicazione” del Talented Young Italians Award 2015 della Camera di Commercio Italiana nel Regno Unito.

Per chi ama il design Made by Italians, è notizia recente l’apertura dello store di Poltrona Frau al 147-153 di Fulham Road SW3 6SN London.

Non molto distante dal quartiere di Fulham, c’è la zona di Belgravia, dove si trova l’Istituto Italiano di Cultura (39 Belgrave Square), che giovedì 3 dicembre 2015 ospiterà la presentazione del libro Svegliamoci Italici! Manifesto per un futuro glocal di Piero Bassetti (Marsilio editore 2015). L’autore, classe 1928, è presidente della Fondazione Giannino Bassetti (Milano) e dell’Associazione Globus et Locus (Milano), e ha un lungo curriculum come politico (è stato il primo presidente della regione Lombardia, dal 1970 al 1974) e imprenditore. Appassionato di nuove tecnologie, ha studiato anche a Londra (alla London School of Economics) e ha partecipato alle Olimpiadi di Londra 1948 nella squadra italiana di atletica leggera. Con l’Associazione Globus et Locus, da lui fondata nel 1997, è particolarmente attento a monitorare i fenomeni glocal e gli italiani nel mondo.

Last but not least, citazione anche per il Saint Peter’s Project: ovvero la chiesa cattolica italiana di Londra al 136 di Clerkenwell Road EC1R 5EN, che da molti anni aiuta gli italiani con problemi di salute fisica o mentale, con dipendenze da droga e alcolici, disoccupati che non parlano bene la lingua inglese, carcerati, ex carcerati in cerca di reimpiego. Questo progetto di assistenza agli italiani in gravi difficoltà a Londra è stato avviato da don Carmelo Di Giovanni negli anni Settanta e nel 2001 è stato registrato ufficialmente come Charity. Nel frattempo, dopo molti anni a Londra, don Carmelo è stato recentemente chiamato a stabilirsi in Vaticano. Il St. Peter’s Project continua comunque ad essere sostenuto da alcuni membri della comunità italiana nel Regno Unito, tra cui i finanzieri Alessandro Mele e Davide Serra.

Londra è un universo in costante evoluzione, e sapersi muovere bene all’interno di questa metropoli-mondo è più che mai necessario.