Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Contenuti sportivi e multimedialità

Sport_vari
Lo sport è un fenomeno sociale seguito in numerosi paesi del mondo. E la mediatizzazione degli eventi sportivi è ormai un dato di fatto, da molti anni.

Ma attraverso quali media si fruiscono gli eventi sportivi? E dove si cercano le notizie sullo sport? Durante il mese di maggio 2011, Havas Sports&Entertainment (società facente capo ad Havas, multinazionale attiva in servizi di comunicazione e pubblicità) ha diffuso una ricerca sulla fruizione dello sport sui media in Europa.

La ricerca ha preso in esame oltre 2.000 persone in età 12 – 35 anni, residenti in Francia, Gran Bretagna, Germania, Italia e Spagna, testando i margini di sviluppo dei contenuti sportivi su tv, web, radio, stampa, telefonia mobile. Il 58% del campione ha affermato che aumenterà il proprio consumo di sport nei prossimi dieci anni, periodo in cui i giovani e i giovanissimi saranno i maggiori fruitori di contenuti sportivi.

Dopo il 98% di coloro che guardano lo sport in tv, il web richiama il 53% di appassionati sportivi ogni giorno, mentre per radio e giornali si prospetta un calo nei prossimi anni. A questi dati, ne va aggiunto un altro: il 99% degli appassionati di sport che già usa internet e telefono mobile dichiara una maggiore fruizione di contenuti sportivi nei prossimi anni attraverso questi due media.

Fra i paesi analizzati, l'Italia è al primo posto per quanto riguarda la percentuale di fan che visitano i social media del mondo dello sport (profili Facebook ufficiali e non, e i blog).

Complessivamente, i social media presentano ancora margini di sviluppo in Europa per quanto riguarda i contenuti sportivi: meno del 26% del campione usa Facebook o Twitter per vedere le news sulla propria squadra o sui propri atleti preferiti, mentre ci si iscrive a questi due social network soprattutto per interagire con altri tifosi e avere informazioni immediate.

Scarica Sintesi ricerca di Havas Sports&Entertainment sulla fruizione dello sport sui media in Europa, maggio 2011