Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sul futuro di start up, banda larga e innovazione in Italia

Italia
E' terminata, da pochi minuti, la presentazione del Rapporto elaborato nei mesi scorsi dalla Task Force sulle start up istituita presso il Ministero dello Sviluppo Economico (ne scrivevo nel precedente post).

Nel corso della presentazione, è intervenuto Corrado Passera, ministro dello Sviluppo Economico, dichiarando: "Impareremo dall'esperienza. Ringrazio i membri della Task Force, che hanno ascoltato ed accolto non soltanto le proposte del mondo economico ma anche quelle provenienti dalla società italiana. Continuerò ad avvalermi del lavoro di questo gruppo. Nel settore dell'innovazione, l'Italia è lontana da altri paesi; ma quando si vogliono fare grandi cose bisogna confrontarsi con i migliori. In questo rapporto, c'è una Italia che accetta il cambiamento e pensa che il lavoro non vada soltanto cercato ma anche creato. Dobbiamo usare l'esperienza delle start up per semplificare e liberare energie che oggi non riescono ad esprimersi. Le norme che intendiamo varare riguardano l'intero mondo dell'innovazione, e non poniamo limiti d'età anagrafica per l'avvio di una start up. Desideriamo operare in tempi rapidi: entro questo mese. Anche il premier Monti guarda con interesse alle norme previste in quest'area, e in tal senso stiamo lavorando anche con i ministri Profumo, Fornero e Severino. Entro questo mese, ci sarà il Decreto Crescita 2, all'interno del quale ci sarà spazio anche per il mondo delle start up. Abbiamo avuto reazioni positive anche dalle amministrazioni locali che abbiamo coinvolto. Bisogna sincronizzare l'economia e la società italiane sullo spirito delle start up. L'innovazione è uno degli strumenti più formidabili per la crescita".

Scarica Rapporto della Task Force sulle Start Up presso Ministero dello Sviluppo Economico -13 settembre 2012

Senza dubbio, le misure contenute nel Rapporto segnano un passo avanti per quanto riguarda la diffusione dell'innovazione in Italia. Ma la strada è ancora lunga.

E la banda larga è tra le infrastrutture fondamentali per lo sviluppo tecnologico ed economico italiano. Recentemente, è stato diffuso uno studio, a cura di Cassa Depositi e Prestiti, che analizza il settore della banda larga in Italia e in Europa, con riferimento allo sviluppo del mercato e al quadro normativo.

Scarica Report 'Banda larga e reti di nuova generazione in Italia ed Europa', a cura di Cassa Depositi e Prestiti, agosto 2012

L'attuale momento storico è di cruciale importanza per la crescita di un buon ecosistema dell'innovazione in Italia, e per il futuro del Paese è certamente auspicabile una saggia governance anche in questo settore.