Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Pensare, esplorare, creare: un post per startuppers

L’immagine qui sopra mostra una parte della sede di Digital Magics a Palermo: venerdì 15 gennaio 2016 in via Lincoln 21, è stata infatti inaugurata la sede siciliana di uno dei più importanti incubatori di startups digitali in Italia, ovvero Digital Magics (sede principale a Milano, quotato al segmento AIM di Borsa Italiana).

Come ha affermato Alberto Fioravanti, presidente esecutivo di Digital Magics: “Siamo soddisfatti di essere arrivati in questa bella città per aiutare la crescita delle imprese innovative e l’economia di questo territorio. Digital Magics Palermo vuole anche sviluppare l’ecosistema dell’innovazione siciliana, creando network locali di investitori e organizzando eventi, iniziative e incontri di business“.

Inoltre, come sottolinea Alessandro Arnetta, partner di Digital Magics Palermo e Ceo di Factory Accademia (società partner di Digital Magics Palermo): “Il nostro impegno costante sarà rivolto a valorizzare le cose buone di questa terra e a risvegliare lo spirito imprenditoriale dei siciliani e di tutto il Sud“.

Lo sbarco di Digital Magics a Palermo si inserisce all’interno di un territorio – quello siciliano – dove ci sono iniziative a volte poco conosciute ma meritevoli di attenzione (ad ottobre 2015, avevo scritto un post sul territorio siciliano: qui il link).

Ulteriore esempio è quello di Crezi Food Kit (di cui ha scritto Nino Amadore sul cartaceo del Sole 24 Ore del 17 gennaio 2016): progetto di valorizzazione dell’artigianato e degli artigiani del centro storico di Palermo, realizzato da una impresa no profit di giovani palermitani (con il sostegno della Fondazione Telecom Italia) che hanno creato una app specifica per localizzare le migliori botteghe artigiane del centro storico. Il progetto, a cura di Filippo Pistoia e Cristina Alga, prevede anche il coinvolgimento degli studenti del corso di laurea in Design Industriale della facoltà di Architettura dell’Università di Palermo.

Dall’isola siciliana risaliamo ora a Roma, dove sono in programma tre eventi per coloro che hanno a che fare, a vario titolo, con le startups.

Martedì 26 gennaio 2016, presso Luiss EnLabs (anch’esso un importante incubatore italiano di startups), ore 10 – 12 nella sede in via Giovanni Giolitti 34, si svolgerà un incontro per le startups del settore mobile, in collaborazione con FB Start (il programma di Facebook per sostenere le startups del mobile in fase di early stage). Aprirà l’incontro, Paola Bonomo, direttrice marketing di Facebook per il Sud Europa. Ingresso gratuito con iscrizione obbligatoria qui.

Giovedì 28 gennaio 2016, la Fondazione Ricerca&Imprenditorialità, in collaborazione con TIM, presenterà il programma di sviluppo per startups e PMI innovative, alle ore 11, presso TIM Wcap Accelerator, via Aurelio Saliceti 10. Tra gli interventi aziendali previsti: TIM, Finmeccanica, Istituto Italiano di Tecnologia, Siemens. Per partecipare, e-mail a: team@fondazioneri.it.

E come si fanno comunicazione e marketing al tempo del web? Se ne parlerà sabato 30 gennaio 2016 a C-Come: convegno nazionale sul copywriting, sul content marketing e sulla creatività. Sede: SGM Conference Center, via Portuense 741, ore 9 – 18,30. Tra i relatori: Giulio Xhaet (co-fondatore Made in Digital), Bruna Nania (social media manager Coca-Cola Italia), Martina Borsoi (communications manager Coca-Cola Italia), Giuseppe Brugnone (Digital manager Lego Italia), Francesca Parviero (Official LinkedIn EMEA Talent Solutions Partner). L’ingresso in sala (400 posti) è a pagamento e c’è anche la possibilità di streaming: qui le tariffe.

Per fortuna che a gennaio non c’è mai niente da interessante da fare (smile).