Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

L’Italia in Australia, tra diplomazia e business

Nel XVI e XVII secolo, con l’espressione Terra australis incognita si indicavano ipotetici spazi geografici meridionali non ancora acquisiti alle conoscenze europee.

Nel corso del XVIII secolo, gli esploratori inglesi arrivarono in Australia, e verso la fine del Settecento il territorio australiano diventò il luogo di reclusione dei detenuti in sovrannumero nelle carceri britanniche. Tutte le maggiori città australiane nacquero come colonie penali, ad eccezione di Adelaide.

Nel frattempo, l’Australia è diventata un Paese molto sviluppato, con stile di vita occidentale e una qualità della vita tra le migliori al mondo. Senza dimenticare la fiorente industria turistica: come non ricordare, ad esempio, un luogo come Bondi Beach: la spiaggia di Sydney diventata il luogo prediletto di surfisti e giocatori di beach volley.

Come è noto, in Australia vive una consistente comunità di italiani. E nella storia delle relazioni diplomatiche tra Italia e Australia, da ieri c’è una novità: per la prima volta, l’Ambasciata d’Italia in Australia, a Canberra, è retta da una donna: Francesca Tardioli, appena entrata in carica. In precedenza, Tardioli ha ricoperto per tre anni il ruolo di direttrice generale del dipartimento Affari Politici e Sicurezza del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale e ha lavorato per quasi sei anni nella Divisione Operazioni della NATO.

Tra gli italiani noti in Australia, c’è anche il calciatore Alessandro “Alino” Diamanti, classe 1983, che dopo aver militato in varie squadre in Italia, in Gran Bretagna e in Cina, da pochi mesi (stagione 2019-2020) gioca in Australia, con il Western United. Diamanti ha vestito anche la maglia della Nazionale Italiana di calcio, collezionando 17 presenze e una rete. Giovedì 19 settembre 2019 a Melbourne, Diamanti sarà ospite della sesta edizione dell’evento Italians in Sport Dinner, al locale Caterina’s Cucina e Bar, 221 Queen Street, Melbourne, VIC 3000, 6.30 pm – 10 pm AEST. Biglietti di ingresso: 74.94 dollari australiani per i membri dell’associazione ALTO, 96.04 dollari australiani per i non membri dell’associazione ALTO. Prenotazioni su Eventbrite: qui.

E in tema di business, l’Australia è tra i Paesi da monitorare. A febbraio 2019, la società di consulenza australiana Mazars ha pubblicato un report sul tema “Fare business in Australia”, rivolto soprattutto a chi desidera iniziare a conoscere nel mercato australiano.

Di seguito, il report, in lingua inglese.

Report Doing Business in Australia by Mazars, february 2019 .PDF