Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Lavorare dall’hotel, in modo agile

Nella complessa estate 2020, tutti (o quasi) hanno l’esigenza di bilanciare gli impegni di lavoro con le esigenze personali e sanitarie.

Sicuramente, i gestori degli alberghi devono affrontare una situazione molto complicata, con strutture rimaste chiuse e altre che faticano a ripartire. Soltanto in Italia, le perdite sono arrivate a 100 milioni di euro al mese, secondo il presidente di Federalberghi Roma, Giuseppe Roscioli.

Nonostante le difficoltà, c’è comunque uno spazio di innovazione, utile sia per i liberi professionisti sia per chi gestisce strutture alberghiere.

Ad esempio, DayBreakHotels.com è una startup italiana, fondata nel 2014 da Simon Botto a Roma, la cui attività consiste nel rendere disponibili anche di giorno stanze e servizi di hotel di lusso, a prezzi scontati.

Oltre all’Italia, il servizio è ora presente anche in 16 paesi, tra i quali Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Spagna, Germania ed Emirati Arabi Uniti. Gli hotel, prevalentemente di categoria 4 e 5 stelle, sono sia indipendenti sia appartenenti a catene alberghiere. Recentemente, la startup ha ricevuto anche un finanziamento da Invitalia nell’ambito del Programma Smart&Start.

Anziché lavorare da casa, le persone possono ricreare l’ambiente lavorativo in una lussuosa stanza d’hotel: camera con scrivania e wi-fi, aree per riunioni e conference call con clienti, alti standard igienici e rispetto dei protocolli di sanificazione, e possibilità di fare una pausa durante la giornata usufruendo dei servizi presenti negli hotel, come palestra, piscina, giardini e ristoranti.

«DayBreakHotels vuole rendere l’hotel uno spazio liquido, in grado di trasformarsi in ciò di cui il cliente ha bisogno e sfruttando tutto ciò che queste strutture hanno da offrire: pensiamo a piscine, sale meeting, spa e ristoranti, per una clientela che non va in hotel solo per pernottare – spiega Simon Botto, CEO di DayBreakHotels.com –. Oggi la nostra visione ci permette di aiutare sia le strutture partners, per alcune delle quali siamo attualmente il principale canale distributivo, sia le numerose società con cui collaboriamo, interessate ad offrire ai loro dipendenti la possibilità di usare i nostri hotel per finalità di smart working. Innovare generando nuovo valore e assecondando i bisogni nascenti degli hotel e dei clienti è sempre stato il nostro obiettivo e lo è oggi più che mai».

Attualmente, sono oltre 5.000 le strutture partners di DayBreakHotels.com in Italia e all’estero.

Le camere e gli appartamenti sono prenotabili in maniera flessibile: per un giorno (a partire da 49 euro, con orario dalle 8 alle 20), per una settimana lavorativa (a partire da 199 euro per 5 giorni), o anche per un mese (tariffe variabili, da concordare).