Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Idee di prodotti e aziende sostenibili, realizzate dagli studenti italiani

Dal 2017, in Italia si svolge una competition alla quale partecipano studenti in età adolescenziale, chiamati a elaborare idee d’impresa in cui sia centrale l’attenzione all’ambiente.

È B Corp School – Changemaker Competition, percorso PCTO (ex Alternanza Scuola-Lavoro) di formazione su sostenibilità ambientale e impresa B Corp.

Si tratta di una attività organizzata da InVento Innovation Lab: la B Corp creata nel 2016 a Milano da Giulia Detomati, ingegnere ambientale, classe 1982.

Anche quest’anno, dopo le esperienze dal vivo del 2019 a Milano e Roma e del 2020 in modalità online, sono stato invitato a fare parte della Giuria tecnica di valutazione delle proposte.  

Nel corso degli ultimi anni, il raggio d’azione delle attività si è ampliato ed ora InVento Lab fa parte dei soggetti firmatari del Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione per la didattica a distanza.

Anche la Competition 2021 si è svolta in modalità online. E dunque, nei giorni scorsi, si sono confrontate con i giudici, in video conferenza, numerose classi, attente a creare impatti positivi tramite progetti scalabili, tecnologici e di economia circolare, in grado di trasformare sprechi in risorse e di sensibilizzare i territori di appartenenza su tematiche ambientali.

I premi sono stati assegnati da parte di una giuria di professionisti provenienti da enti camerali, editoria, giornalismo, multinazionali, imprenditoria e startup.

Giunto alla quarta edizione, il progetto è stato realizzato con il contributo di Davines, Gruppo Chiesi, DLM Partners, Bottega Filosofica, Organizzare Italia, Wekiwi, Nativa, MiGWork, Assobenefit, CEF Publishing, B Lab e Venti Sostenibili.

Nell’edizione conclusa venerdì 4 giugno 2021, hanno partecipato 62 classi di 27 scuole, oltre 1.200 studenti, 83 docenti, 50 mentor dal mondo dell’imprenditoria sostenibile. Con una suddivisione tra competition per le scuole medie, riservata ad alcune scuole del Nord Italia, e competition per le scuole superiori, con partecipazione di scuole di tutta Italia.

Davide Bonassi, consulente aziendale e mentor di B Corp School, ha spiegato: «Lavorare ad un progetto con i ragazzi della Generazione Z è una gran fortuna: sono una finestra che si affaccia sul futuro verso il quale ci stiamo dirigendo con grande velocità, date le enormi sfide ambientali, sociali ed economiche che dobbiamo fronteggiare».

Paolo Braguzzi, membro della giuria di B Corp School, ha sottolineato: «Ascoltare, prima ancora che giudicare, le idee imprenditoriali degli studenti delle B Corp School è un’esperienza che rafforza la fiducia nella possibilità di realizzare business innovativi e allo stesso tempo sostenibili».

Elisabetta Illy, fondatrice di Picture of Change, ha affermato: «Le sfide, oggi, sono enormi. Dobbiamo partire dalle risorse che già abbiamo, cercando di ottimizzarle con metodo. Bisogna osare, sperimentare, prendere rischi calcolati. La montagna dobbiamo scollinarla, dobbiamo raggiungere la vetta. E certamente non si può pensare di affrontare questo cambiamento da soli. Il solo modo è creare dei sistemi, lavorare in squadra. Non possiamo più aspettare che lo facciano gli altri».

I giudici chiamati a valutare le proposte degli studenti delle scuole superiori hanno assegnato premi – offerti da Progetto Quid, Save the Duck, Stanhome Italia, Mondora, Yves Rocher, Organizzare Italia – alle prime tre startup in assoluto e altri tre premi tematici (Premio B SDGs, Premio B GREEN, Premio B COMMUNITY).

I PREMI:          

  • La Migliore Startup B Corp School 2021 è CURIEN, classe 4^BS del Liceo Scientifico Curie di Tradate (VA), premiata per avere rispecchiato a 360 gradi i criteri di startup B Corp, impatto ambientale e sociale e completezza di impresa. CURIEN è una matita indelebile ecosostenibile che intende sostituire le classiche penne in plastica e le matite copiative, affrontando la sfida plastic free nel mondo della cancelleria.
  • Sul podio, al secondo posto, la startup PEDALIAMO PARMA della classe 2^E del Liceo Romagnosi di Parma: ha realizzato una app gratuita che fornisce agli utenti la mappa aggiornata di tutte le piste ciclabili e percorsi tematici della città. La collaborazione è già attiva con Infomobility Spa Parma. Per ogni percorso, inoltre, sono state studiate delle partnership commerciali con le attività del territorio, per contribuire allo sviluppo economico di Parma.
  • Il terzo posto è andato a WAOUND ESS della classe 3^ALSS dell’IIS Torricelli di Milano con un progetto per la riduzione degli sprechi d’acqua in casa, soprattutto quelli dovuti alle rotture delle tubature. Per risolvere il problema delle tubature rotte, sono state progettate delle fotocellule sensibili all’acqua che sono in grado di avvisare sia il cliente sia il fornitore in caso di perdita.
  • Il Premio B SDGs (obiettivi di sviluppo sostenibile) è stato assegnato a CITY FARMER: la classe 3^LC del Liceo Virgilio di Milano ha scelto di realizzare un sito web che vuole essere un tramite tra gli agricoltori, gli agriturismi e i clienti. Gode del servizio di consegna a domicilio con mezzi sostenibili ed è attenta all’impatto sociale poiché si propone di dare lavoro a persone svantaggiate.
  • Il Premio B GREEN per la startup che ha sviluppato la tematica della sostenibilità nel modo più approfondito e innovativo è andato a CLEAR CLOUDS della classe 3^E del Liceo Ulivi di Parma, che sta prototipando e testando filtri per l’aria in grado di trattenere particolato PM10 e PM2,5 in collaborazione con l’Università di Parma Attraverso l’attuale fase di test verrà valutata l’efficacia dei filtri per mitigare fenomeni di inquinamento di origine industriale e rilevare le tipologie di agenti inquinanti presenti nell’atmosfera.
  • Il Premio B COMMUNITY per la startup che ha dato i migliori risultati in termini di impatto e coinvolgimento della comunità locale è appannaggio di HOUSE OF KM0 della classe 4^BPC dell’IIS Machiavelli di Pioltello (MI). Si tratta di un servizio di consegna che porta a tavola piatti preparati con prodotti bio e a Km0, preparati da persone in situazione di svantaggio sociale. Il servizio è usufruibile mediante applicazione o sito web ed effettua consegne a domicilio con monopattini elettrici, auto elettriche e biciclette. In ex-aequo si aggiudica questo premio anche PEDALIAMO PARMA della classe 2^E del Liceo Romagnosi di Parma.
  • La Menzione Speciale B Lab e InVento Lab – B Corp School va ad un progetto che incarna i principi della sostenibilità e dell’innovazione e ha dimostrato di accogliere in pieno lo spirito di B Corp School. Si tratta della startup VIRTEGA della classe 4^A LIC dell’IIS Olivelli-Putelli di Darfo (BS). La classe ha ideato un sito web che raccoglie le piccole attività alimentari che producono prodotti freschi e caratteristici del territorio, in modo da aumentarne la visibilità.
  • La Menzione Speciale Food consegnata dall’azienda Illy va alla startup che si è distinta maggiormente nell’attenzione alla filiera agroalimentare. Si tratta di NOT JUST FOOD della classe 4^SD del Liceo Virgilio di Milano. La startup si impegna nella lotta allo spreco alimentare attraverso l’apertura di un bistrot che propone piatti cucinati utilizzando prodotti alimentari a rischio di spreco e al contempo offre ai clienti un’esperienza di sensibilizzazione sul tema.
  • La startup B LIFE si aggiudica il Premio B POP(ular) con 226 likes su Instagram. Si tratta della classe 3^B del Liceo Quasimodo di Magenta (MI). B Life si occupa di ridare vita a vecchi vestiti e acquisti sbagliati. Nel laboratorio di B Life vengono prodotti capi di abbigliamento alla moda, partendo da capi scartati. La startup ha l’obiettivo di ridurre lo spreco di materie prime e di contribuire a un nuovo modello di moda sostenibile.

Giulia Detomati, fondatrice e CEO di InVento Lab, commenta: «Il movimento delle B Corps è in crescita e anche i numeri di B Corp School aumentano grazie a tutte le aziende partecipanti che stanno puntando sulla sostenibilità come tema prioritario e sul coinvolgimento delle nuove generazioni. Ringrazio a nome di InVento Lab tutti coloro che hanno reso possibili B Corp School e B Corp School Young e faccio i miei migliori auguri e complimenti ai ragazzi per gli splendidi progetti presentati».