Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Innovazioni in corso di sviluppo, fra scienza, tecnologia e artigianato digitale

Quali innovazioni stanno emergendo in questo periodo storico nei mondi della scienza e della tecnologia?

È possibile innovare una professione tradizionale come quella dell’artigiano?

La risposta alla prima domanda va cercata in un insieme di fenomeni emergenti, mentre la risposta alla seconda domanda è affermativa.

Vediamo in dettaglio alcuni casi concreti.

Sapevate che negli Stati Uniti si sta lavorando ad un treno capace di viaggiare a 1.200 km/h?

La startup Hyperloop Transportation Technologies ha appena firmato gli accordi ufficiali con la Northeast Ohio Coordination Agency (agenzia di trasporti e pianificazione ambientale) e il Dipartimento dei Trasporti dell’Illinois, per iniziare lo studio di fattibilità per creare il primo collegamento interstatale del treno Hyperloop negli Stati Uniti.

Questo treno consiste in una capsula a lievitazione magnetica all’interno di un tubo a bassa pressione, con l’obiettivo di collegare Cleveland (capoluogo amministrativo nello Stato dell’Ohio) a Chicago (città nello Stato dell’Illinois), percorrendo oltre 500 chilometri in 28 minuti e viaggiando alla velocità del suono, 1.200 km orari.

Così come per un aereo in alta quota, la capsula incontra meno resistenza. L’aria rimanente di fronte alla capsula viene convogliata verso la parte posteriore del tubo utilizzando un compressore, che consente di raggiungere velocità fino ad oltre 1.200 km/h e con pochissimo consumo di energia elettrica.  Il sistema è stato progettato con i massimi standard di sostenibilità, in modo da avere un minimo impatto al suolo. L’intero sistema dei tubi è infatti costruito su piloni, in modo da ridurre i costi di acquisizione dei terreni e garantire l’isolamento da condizioni climatiche e ambientali. La progettazione dei piloni è tale da rendere la struttura a prova di terremoto, nonché autosufficiente in termini energetici. Grazie ai pannelli solari posti lungo tutta la parte superiore dei tubi e a un sofisticato sistema di recupero energetico, Hyperloop è in grado di produrre più elettricità di quanta ne consumi.

Hyperloop Transportation Technologies ha sede in California ed è stata co-fondata dal tedesco Dirk Ahlborn e dall’italiano Gabriele “Bibop” Gresta (che da alcuni anni lavora con Elon Musk, noto imprenditore nel settore dell’innovazione tecnologica).

Durante lo scorso mese di gennaio 2018, Hyperloop ha lavorato con un gruppo di rappresentanti del Congresso provenienti da diversi Stati, tra cui Illinois, Ohio, Pennsylvania e Wisconsin, su una lettera al Presidente degli Stati Uniti Donald Trump per richiedere il sostegno finanziario alle infrastrutture per sviluppare il sistema.

Gabriele “Bibop” Gresta, presidente di Hyperloop Transportation Technologies, ha dichiarato: «Questi accordi segnano un momento storico per Hyperloop Transportation Technologies. Per la prima volta, uno stato americano sta investendo nella nostra tecnologia. È il primo passo verso una rivoluzione tecnologica che cambierà il modo di concepire i trasporti».

Dagli Stati Uniti all’Italia, ora.

Oltre ad essere un chimico di livello internazionale, Mario Pagliaro (classe 1969, vive a Palermo e lavora con chimici di Israele, Emirati Arabi Uniti, Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Cina) ha elaborato anche sistemi di lean banking per le banche italiane. Oltre ad essere una innovazione necessaria per il mondo bancario, lo sviluppo di sistemi snelli di gestione del rapporto fra cliente e banca è anche un frontiera interessante.

Così come è sempre più interessante il rapporto fra la matematica e l’intelligenza artificiale: tema di cui si occupa Marcello Mastroleo, classe 1982, matematico formatosi tra Italia e Stati Uniti. Mastroleo è attualmente responsabile di ricerca sull’intelligenza artificiale in Camlin Italia (sede a Parma) e nel corso dei suoi studi si è specializzato anche sul pensiero laterale e sulla dinamica dei sistemi complessi.

Per i giovani imprenditori/ricercatori interessati a lavorare nel mondo delle scienze della vita, c’è anche Bio4Dreams, che ha appena avviato le proprie attività a Milano, con l’obiettivo di supportare la crescita di realtà innovative nel campo delle life sciences.

Per un panorama su alcune fra le realtà più interessanti del Sud Italia nel mondo dell’innovazione, c’è Innovation Village, dal 5 al 7 aprile 2018 a Napoli, alla Mostra d’Oltremare. Industria 4.0, fabbricazione digitale in ambito industriale e biologico, innovazione per la sicurezza, pelli e industria conciaria, agricoltura, economia circolare, sono i temi che verranno trattati durante le giornate di evento.

Una innovazione altrettanto importante è l’aumento della presenza femminile nel mondo della scienza. Alcuni anni fa, è nata lAssociazione 100 Esperte, che riunisce cento esperte italiane nei settori della scienza. Recentemente, l’Associazione ha esteso la partecipazione alle proprie attività anche alle economiste italiane. Giovedì 8 marzo 2018, alle ore 14,30 a Roma, allo Spazio Europa, Via IV Novembre 149, con diretta a Milano in Corso Magenta 59, si svolgerà un incontro dedicato alla presentazione dei risultati fin qui raggiunti dall’Associazione, con un focus dedicato alle economiste italiane. Per informazioni: cares@osservatorio.it.

Un libro recente su donne e matematica è il libro Le ragazze con il pallino per la matematica di Chiara Burberi e Luisa Pronzato, De Agostini editore 2017.

Gabriella Greison, classe 1976, è fisica, con studi a Parigi. Ed è una delle migliori comunicatrici della fisica in Italia. Nel 2016, Gabriella Greison ha ideato il monologo quantistico: uno show (messo in scena a teatro e in luoghi pubblici in Italia) che narra il retroscena caratteriale di famosi fisici del passato, con grande attenzione alle donne più talentuose nella storia della fisica. Parallelamente all’attività di studiosa della fisica, Gabriella Greison lavora da diversi anni nel mondo dei media e della divulgazione scientifica, come giornalista e scrittrice di romanzi. Inoltre, recentemente ha creato degli speech motivazionali per le aziende (per chi è interessato a questi speech: info@greisonanatomy.com). Inoltre, Greison ha ideato la prima edizione del Festival W La Fisica, che si svolgerà a Milano dal 20 al 28 marzo 2018 al Teatro Menotti. Per conoscere le date e i luoghi delle sue prossime apparizioni pubbliche: qui.

All’inizio di questo post, si rispondeva affermativamente alla domanda sulla possibilità di innovare la professione dell’artigiano.

Un esempio è dato dalla recentissima nascita del primo Centro per l’Artigianato Digitale in Italia, a Cava de’ Tirreni (Salerno): si tratta di uno spazio in cui gli artigiani del Made in Italy avranno la possibilità di partecipare ad un percorso di aggiornamento professionale della durata di un anno. Durante questo periodo, gli artigiani selezionati avranno l’opportunità di formarsi all’uso delle nuove tecnologie digitali e, allo stesso tempo, di continuare a svolgere la propria attività commerciale all’interno delle botteghe presenti nel Centro. Il Centro per l’Artigianato Digitale è un progetto voluto dal Comune di Cava de’ Tirreni, sostenuto finanziariamente da Banca Sella e gestito da Medaarch, società specializzata nelle tecnologie di digital fabrication e creatrice del primo Fab Lab dell’Italia Meridionale.

Da giovedì 1 marzo 2018 e fino al 30 aprile 2018, gli artigiani interessati a questo percorso potranno partecipare alle selezioni del programma Atelier d’Artigianato Digitale. Per partecipare al programma Atelier di Artigianato Digitale, le imprese interessate dovranno inviare la documentazione descritta all’interno della call, all’indirizzo PEC medaarch.srl@pec.it. Il 4 maggio 2018, la Medaarch contatterà le aziende identificate per la partecipazione del programma, ed entro il 21 maggio 2018 gli artigiani selezionati dovranno firmare il contratto per i servizi del programma e allestire la propria bottega.