Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Immaginari crossmediali, future storytelling e realtà aumentata

Mattinata intensa, oggi a Roma. Sono andato all'evento Cross-Media # 4. Incontro nazionale sulle nuove forme di racconto e comunicazione cross-mediale. Si tratta del quarto evento proposto da Cross-Media, network di produzione, ricerca, formazione e sviluppo dedicato ai "media incrociati", fondato nel 2006 da Max Giovagnoli, esperto di cross-media storytelling, producer e docente universitario.

L'evento si è avvalso della consulenza scientifica dell'Università LUISS di Roma, rappresentata dal prof. Michele Sorice, direttore del Centre for Media and Communication Studies "Massimo Baldini" dell'Università LUISS, che ha aperto l'incontro spiegando:"Abbiamo avviato un percorso di collaborazione con il prof. Giovagnoli, che rappresenta una punta avanzata nella ricerca e negli studi sulla crossmedialità in Italia. L'idea di lavorare sulla crossmedialità permette di superare sia un eccesso di 'praticonismo' sia una concezione iper-accademica del tema".

Max Giovagnoli, fondatore e direttore artistico di Cross-Media, ha delinato il quadro di riferimento:"Le nuove narrazioni passano da un mezzo di comunicazione all'altro e contaminano il cinema con i videogames, la pubblicità con il mobile, la letteratura con la televisione e i social network, il web e le performance spettacolari. I nuovi narratori sono utenti, scrittori, communities che re-inventano i brand mondiali dell'intrattenimento attraverso forme alternative di racconto, in via di affermazione in tutto il mondo. E' la 'X-Media Generation', la generazione dei media incrociati. Nell'ultimo anno, la crossmedialità ha superato la convergenza per numero di esperienze (sono quasi il doppio) e di successi su scala globale. Nel 2009, la Disney ha acquisito per 4 miliardi di dollari la Marvel, che ha 5000 titoli di personaggi in listino. Il ricavo stimato in termini crossmediali è sostanzialmente incalcolabile".

A seguire, sono intervenuti Stefano Badessi e Silvana Molino. Stefano Badessi, application engineer ESA – European Space Agency, ha spiegato:"L'European Space Agency è una organizzazione internazionale ed inter-governativa che fornisce, per scopi di pace, ricerca e sviluppo sulle tecnologie spaziali. Non ci rapportiamo soltanto con l'industria, ma dialoghiamo anche con l'utenza". Silvana Molino, responsabile sviluppo Microcinema, ha proseguito:"Fra le nostre attività, c'è quella di proporre il cinema utilizzando il satellite. Utilizziamo un satellite bidirezionale che consente di inviare contenuti nelle sale cinematografiche e ricevere dati dalle stesse sale cinematografiche. Il progetto ISIDE-Innovative Satellite Interactive Digital Entertainment presuppone l'integrazione dei cinema digitali in network polifunzionali e la creazione di un 'computer-aided' cinema".

Successivamente, è intervenuta Martina Donati, responsabile editoriale Y-Giunti:"L'Italia è arrivata in ritardo ad occuparsi di editoria per giovani adulti. Y è il nuovo contenitore cross-mediale Young Adults dell'editore Giunti, che non propone soltanto libri ma anche gadget e altri prodotti. Nelle catene di librerie, stanno entrando anche altri elementi, come ad esempio angoli per ragazze. Il nostro progetto web va di pari passo con le attività retail. I giovani di oggi sono 's-brandizzati' e abbiamo pensato a 'brand ambassadors' ('ambasciatori del brand') piuttosto che a operazioni di guerrilla marketing e affini".

Con un messaggio video registrato dagli Stati Uniti, è intervenuto Jeff Gomez, presidente e amministratore delegato Starlight Runner Entertainment, affermando:"Mi spiace non essere fisicamente con voi oggi. Sarò in Italia ad aprile 2010 per il festival Cartoons on the Bay. Negli anni Novanta, con The Blair Witch Project, fummo proiettati nel web. Immaginate diversi media come una orchestra attraverso la quale creare narrazioni trans-mediali e immersive: le sinfonie trans-mediali. In America, sta per essere ufficializzata la figura del trans-media producer. Credo che il racconto trans-mediale si svilupperà molto in Europa e il trans-media diventerà sempre una parte sempre più importante nel mondo della comunicazione".

In seguito, ha preso la parola Paolo Ferrarini, ricercatore senior del Future Concept Lab, spiegando:"Oggi si può parlare di generazioni come imprese creative. La fruizione di prodotti e contenuti non è più passiva ed è difficile riuscire ad individuare i trend in maniera tradizionale. Abbiamo scelto un approccio generazionale per mappare i nuovi consum-autori. Le relazioni interpersonali stanno riguadagnando una maggiore centralità grazie anche agli schermi cross-mediali e alle tecnologie per comunicare".

Sul tema del videogioco, Stefano Rigoldi, senior brand manager Ubisoft S.p.A., ha dichiarato:"Ubisoft è il quarto editore indipendente di videogames al mondo. Il mercato del videogioco ha registrato un giro d'affari di 1.262 milioni di euro nel 2008. Il videogioco si sta avvicinando sempre più al cinema, per il livello produttivo e di complessità delle sceneggiature". Durante la mattinata, ha avuto luogo inoltre la proiezione integrale della serie Assassin's Creed Lineage a cura di Ubisoft.

Sempre in tema di videogioco, Marco Accordi Rickards, presidente AIOMI – Associazione Italiana Opere Multimediali Interattive, ha annunciato:"Entro il 2010, nascerà a Roma il Museo Italiano del Videogioco. Sarà un museo permanente, in centro, sostenuto dal Comune e il curatore sarà Bonaventura Di Bello. L'AIOMI è nata nel 2008 come movimento italiano per la cultura del videogioco, fin da subito con un approccio pratico. In tal senso, segnaliamo il Global Game Jam Roma del 29 – 31 gennaio 2010 che organizzeremo con lo IED – Istituto Europeo di Design Roma".

Chiara Giorgetti, in rappresentanza di Roberto Genovesi, direttore artistico del festival internazionale dell'animazione televisiva e multimediale Cartoons on the Bay, ha illustrato le novità dell'edizione 2010 del festival:"L'anno prossimo, Cartoons on the Bay arrivà alla quattordicesima edizione, che avrà luogo dal 15 al 18 aprile 2010 a Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino. Sarà presente, inoltre, un comitato scientifico-editoriale, senza dimenticare che dall'anno scorso ci siamo aperti all'interattività e alla cross-medialità".

Claudia Di Fabio, direttrice di produzione di Arcadia Tv (web tv facente parte della cross-media company RomAnimata), ha introdotto l'anteprima nazionale dell'extended trailer, a cura di Walt Disney Italia, del film Il mondo dei replicanti con Bruce Willis, nelle sale nel 2010.

Giovanni Gangemi e Angelo Zaccone Teodosi hanno tenuto gli ultimi due interventi, delineando le criticità italiane nel settore. Giovanni Gangemi, direttore di ricerca IsICult – Istituto Italiano per l'Industria Culturale, ha spiegato:"In Italia, la penetrazione della banda larga è inferiore alla media dell'Unione Europea. L'apporto dei grandi produttori di contenuti appare indispensabile alla crescita dei contenuti cross-mediali e su web. L'aumento degli investimenti non produce, da solo, un aumento di produzioni originali. La diffusione del web accelera la circolazione di contenuti cross-mediali ed interattivi: tuttavia, rimane difficile creare una massa critica di audience". Angelo Zaccone Teodosi, presidente IsICult – Istituto Italiano per l'Industria Culturale ha notato:"Sono visibili le potenzialit
à di questo nuovo mondo che si sta aprendo. Ma lo scenario in Italia non è agevole nei settori dell'animazione e dei contenuti multimediali. I soggetti e gli operatori non parlano tra loro e gli investimenti delle imprese sono scarsi. Mancano i soggetti trainanti. Aumentano i canali ma la quantità di contenuti originali non aumenta. Abbiamo l'impressione che nella storia della politica economica dei media si riproducano dei miti. E che invece di realtà aumentata si debba parlare di realtà diminuita".